IL CONCLAVE DEGLI ORRORI

SIRI RONCALLIIl Conclave del 1958, in cui fu eletto per Giovanni XXIII°, il papa buono nel ricordo di tutti. passerà forse alla storia come il più oscuro tra quelli dell’età moderna.

Cominciò male: l’archiatra vaticano, il medico Riccardo Galeazzi Lisi, scattò delle foto di Pio XII nudo mentre lo imbalsamava, e le vendette a dei settimanali francesi. Galeazzi fu cacciato via e radiato per indegnità dall’Ordine dei medici. Tra i suoi più acerrimi accusatori vi fu il cardinale di Genova Giuseppe Siri, il favorito di Pio XII°.

Il secondo giorno del conclave, il 26 marzo, le televisioni di tutto il mondo immortalarono una fumata bianca che però durò solo qualche minuto, per poi virare al nero.

Una cosa mai successa. Qualcuno parlò di errore, anche se in tutta la storia della Chiesa non era mai stato commesso uno sbaglio del genere. Ma poco prima di morire, il cardinale Siri rivelò nel 1988 al vaticanista Benny Lai “sono legato al segreto, e questo segreto è orribile…vorrei dire, ma ho timore…”.

In effetti, se avesse rivelato dei fatti accaduti nel conclave, sarebbe incorso nella scomunica. Nel 1994, tuttavia, grazie al Freedom of Information Act, venne alla luce un documento del FBI del 1961, che svelò l’accaduto.

SIRIGiuseppe Siri era stato eletto papa e aveva anche scelto il nome di Gregorio XVII°. Un gruppo di cardinali tuttavia si oppose, rivelando come oltre cortina fosse già pronto un piano per uccidere una serie di vescovi nei paesi oltre cortina, come rappresaglia per l’elezione di un papa anticomunista per eccellenza.

Fu così che, due giorni dopo la presunta rinuncia di Siri, il 28 Ottobre Giovanni Roncalli fu eletto, scegliendo per sé il nome di Giovanni XXIII°. Una scelta davvero strana e apparentemente assurda, perché era il nome di un famoso antipapa del 1400, Baldassarre Costa.

Forse un modo per sussurrare a chi sapeva come il vero papa uscito dal conclave fosse proprio il cardinale Siri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *